Dom. Lug 14th, 2024

Libri in viaggio: Martin Rua presenta “ALMA CHE VISSE IN FONDO AL MARE”

A Pietrarsa, in occasione di Libri in viaggio, Paquito Catanzaro presenta il libro “Alma che visse in
fondo al mare” di Martin Rua. Il libro è ambientato sull’isola di Procida negli anni “60
e racconta la storia Napoleone Lubrano di Scampamorte, un giovane pescatore. Oltre all’ arte, il protagonista
ha anche un’ altra passione: la pittura, a cui dedica tutto il suo tempo fin quando sull’isola non
arriva dall’America Alma Scotto di Santillo, figlia italo-giamaicana di un comandante di petroliere. Questo casuale incontro sconvolgerà così tanto sia la vita di Napoleone che quella di Alma, che
saranno costretti ad affrontare, nella bellissima isola di Procida, i loro sentimenti.

A Martin Rua la redazione comete, ha posto qualche domanda:
Cosa l’ha spinto a scrivere questo libro?
<<Lo spunto me l’ha dato mia cugina, raccontandomi la storia di due abitanti di Ischia: una che parla di
un pescatore che ogni giorno cerca i ricci sul lungomare di Ischia , e l’altra che narra di un pittore,
abitante sempre dell’isola di Ischia, di cui poi si persero improvvisamente le tracce. Nella mia
immaginazione queste due storie si sono unite e hanno fatto sì che si creasse il personaggio di
Napoleone, che poi è diventato il protagonista del libro. >>


Come mai ha ambientato il racconto a Procida?
<<Inizialmente la storia doveva essere ambientata a Ischia, ma era un’isola troppo grande e avevo
un orizzonte troppo ampio. Ho scelto Procida perché era più piccola, mi dava un orizzonte più
limitato e l’ho trovata più consona a quel che sarebbe stato poi il racconto. Inoltre questo libro l’ho
iniziato a scrivere quando si parlava di Procida come capitale della cultura>>.


Cosa può trasmettere questa storia ai ragazzi?
<<L’ho immaginato come un pezzo di mosaico che descrive Procida. Quando si va a visitare luoghi
iconici, per chi ama la letteratura c’è sempre un libro del cuore che li descrive. Io ho
immaginato Procida in questo modo >>.

Pietro Cozzolino, Fabio Fasanella

By Editore

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *