Lun. Giu 17th, 2024

A “Libri in viaggio” spazio alle giovani promesse del mondo letterario

di Editore Mag5,2023

Ex alunni del Liceo Quinto Orazio Flacco presentano i loro nuovi lavori venerdì 5 maggio al Salone del Libro di Portici.

Ivan Vitiello, Davide Avolio, Silvia Temponi e Francesco Pirrò sono quattro giovanissimi accumunati da una forte passione per la letteratura.

È il professore Fusco a dar inizio all’evento presentando “Lo sciarmante” di Ivan Vitiello. 

“Il mio obiettivo era scrivere un romanzo di mare, un romanzo che ricordasse anche Napoli.” – il giovane autore in merito a “Lo sciarmante”. 

“Lo sciarmante” si può definire un libro di viaggio in cui il protagonista scappa dall’amore e dalla realtà.  Lo stesso titolo è una fusione delle parole sciarmato e amante

È , quindi, il turno del giovane poeta Davide Avolio che presenta “La Mano”, una raccolta auto-pubblicata di cinquantacinque poesie, divise in cinque sezioni (cinque come le dita della mano), dedicate ciascuna a un tema principale: l’amore (anulare), il dolore (mignolo), l’impegno civile (pollice), l’invettiva (medio) e l’impressione (indice). L’autore volutamente non assegna un titolo alle poesie per permettere al lettore di giocare con la fantasia.

È la sua opera più compiuta e matura, il cui fine è quello di render chiaro e palese all’uomo contemporaneo quanto il Verso possa essere ancora oggi un attuale e potente strumento comunicativo.

“Individuo la poesia come una lente d’ingrandimento con cui indagare come il mondo suoni dentro di me.” – la poesia per Davide Avolio.

Il giovane autore offre anche al lettore la possibilità di ascoltare l’audio-libro, inserendo alla ventiquattresima pagina un codice a barre scansionabile.

Davide Avolio, per concludere, regala al suo pubblico un reading di alcuni componimenti tratti da “La Mano”. 

A seguire Silvia Temponi che presenta “Toska”, titolo intraducibile in italiano, ma interpretabile con il significato di angoscia. 

Nonostante la sua giovane età, Silvia ha già un importante vissuto alla spalle che decide di mettere su carta proprio nella biografia “Toska”.  Anche quest’autrice regala al pubblico un reading di alcuni estratti del suo libro.

“Il bipolarismo ha cambiato il mio modo di vedere la vita. “Toska” è stata la mia medicina.” – le parole toccanti di Silvia Temponi.

Sul finire dell’evento il professore Giuseppe Coppola presenta il libro di Francesco Pirrò, “La ragazza di Stamford”, incentrato sulla solitudine e sulla fiducia. 

“Ricercate la perfezione, tendete alla perfezione, però senza mai raggiungerla.” – il messaggio che Pirrò vuole si colga dalla lettura del suo libro.

Claudia Lo Conte, Martina Ambrosino

By Editore

Related Post

1 commento su “A “Libri in viaggio” spazio alle giovani promesse del mondo letterario”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *