Sab. Mag 25th, 2024

Vincenzo De Luca a Muschio Selvaggio: tra Trap e politica

di Editore Nov9,2023


Vincenzo De Luca e Fedez un duo che non avresti mai immaginato di vedere
insieme, e invece Lunedì 6 novembre il presidente della Regione Campania è stato
ospite proprio del Podcast del rapper milanese. Durante la chiacchierata non sono
mancate ovviamente le frecciatine che i due si sono scambiati affrontando
argomenti d vario tipo. Vediamo quindi quali sono stati gli argomenti discussi
durante il Podcast.
I tatuaggi e i giovani
«Il mondo non l’hanno rovinato le persone con i tatuaggi», gli dice Fedez, facendo
riferimento alle dichiarazioni sulle ragazze con i tatuaggi che a De Luca non
piacciono per niente, tanto da dirlo pubblicamente in un video che ha fatto molto
discutere. «Non c’è nessun dubbio su questo, lo hanno rovinato quelli in giacca e
cravatta e quelli con le divise militari», ha risposto il presidente della campania,
restituendo un’analisi deprimente sulle nuove generazioni. Baby gang, superalcolici,
“il ferro in tasca, coltelli per fare le sfide a chi è più bullo: una lista corredata di dati
che supportano la tesi su quanto i giovani di oggi siano in balia di un momento
storico, a suo dire, preoccupante.
Il caso Shiva
L’attenzione si è spostata anche sulla musica e del caso Shiva, stroncato da De Luca:
«Io Shiva non lo conosco, ma data la descrizione lo proporrei per il metodo
pedagogico Singapore, a Singapore la polizia municipale è dotata di un frustino di
bambù sottile, mica fanno il carcere… ti danno una ventina di frustate tra capo e
collo e … allora come si chiama… Shiva, metodo Singapore! Ma la vogliamo finire
con queste puttanate?!»
La politica e il gruppo dirigente di “anime morte”
“Abbiamo un gruppo dirigente che nella grande maggioranza, per quello che mi
riguarda, è un gruppo dirigente di anime morte, di anime morte che non
rappresentano nulla né sul piano territoriale, né sul piano sociale e spesso nemmeno
sul piano della grammatica e della sintassi”. Il governatore campano Vincenzo De
Luca conferma la sua posizione di netta contrarietà all’attuale vertice del Pd,
rispondendo a Fedez e Davide Marra. Elly Schlein? “I contenuti programmatici sono,
diciamo, flebili”, secondo De Luca che – incalzato da Fedez che chiede se ne apprezzi
almeno la dialettica – risponde con un secco “Peggio”. Bersani invece, continua, “è il

padre di una grande puttanata politica che è l’articolo 1, però non posso dirgli
niente, se è amico è amico, però è una puttanata, un atto di velleitarismo politico”. Il
presidente della Regione Campania alla domanda su quali siano le sue mire politiche
risponde: “In questo momento cerco di fare in modo che si definisca un programma
alternativo a quello dell’attuale governo che io considero un disastro, soprattutto
dal punto di vista del sud. Il sud è stato tradito, calpestato. Costruire un programma
che sia convincente per la maggioranza degli italiani altrimenti quelli che stanno al
governo continueranno a restarci”.
La vicinanza a Fedez
«Fatti dire un’ultima cosa», esordisce De Luca, nessuno ha la minima idea di cosa
andrà a dire, men che meno Fedez: il podcast è senza tagli: «Fatti dire un’ultima
cosa… io avrei dovuto sfotterti per come stai combinato. E avevo invece esigenza di
dirti una cosa che è strana per il soggetto e come si presenta». Il riferimento iniziale
è ovviamente alla vicenda dei tatuaggi che a De Luca non piacciono (tanto da dirlo
pubblicamente). Poi il tono cambia: Tu hai avuto un’esperienza umana terribile. Tu
hai affrontato un tumore, hai avuto un’operazione chirurgica poi una seconda hai
affrontato queste prove della vita con un coraggio con una generosità… sei riuscito a
utilizzare questi tuoi momenti difficili per dare coraggio agli altri. Hai dimostrato di
essere un uomo”. Il rapper risponde Grazie mille, mi ha quasi fatto commuovere
davvero». De Luca chiude con una frase che difficilmente gli è stata sentita dire in
pubblico: «Ti voglio bene». E Fedez, di rimando: «Contraccambio».
Risposte finali a Roberto Saviano
Per concludere De Luca parla di Roberto Saviano e anche qui non risparmia
frecciatine: «Saviano ha fatto un lavoro importante e coraggioso che merita rispetto
e apprezzamento ovviamente. Ho la sensazione che poi sia entrato nel ruolo e questo
non va bene. E per Saviano, come per tutti, vale il principio del rispetto della persona.
Se vuoi parlare di De Luca non devi parlare di caricature, ti devi informare, devi
studiare, devi capire quale è stata la sua vita e se ha consumato la sua vita nelle
battaglie di legalità devi avere rispetto. Punto».

Giuseppe De Martino

By Editore

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *