Sab. Mag 25th, 2024

Spotify Radar n. 6

di Editore Mag16,2021

Torna la rubrica sulle nuove uscite della settimana della musica italiana. Clicca qui per leggere il numero precedente: https://www.comete.info/2021/04/23/spotify-radar-n-5/

Fontanelle e Sampietrini – Side Baby

In attesa del suo secondo album da solista, dopo l’addio al progetto “Dark Polo Gang”, Arturo Bruni, in arte Side Baby, fa il suo rumoroso e atteso ritorno nella scena hip hop italiana, celebrando Roma, città dove è nato e cresciuto, con il suo riconoscibile flow tagliente. Sulla base rimane l’impronta indelebile del suo più fedele compagno di avventure, Sick Luke, attualmente tra i più importanti produttori italiani. 

Cancelli di Mezzanotte – Rkomi feat Chiello 

Rkomi è una delle più grandi garanzie di cui dispone la scena italiana: da anni non si dispensa dalla pubblicazione di vere e proprie hit dallo spessore internazionale. Il suo nuovo album, intitolato “Taxi Driver”, presenta un modo del tutto nuovo di rivolgersi alla musica per l’artista. Se non dovesse bastare il suo incredibile talento, la melodica e serena voce di Chiello, rapper membro del gruppo Fsk, che lo accompagna, produce un’alchimia tale da rendere il prodotto finale incredibilmente soddisfacente, così come molte delle canzoni dell’album. 

Dall’Alto – Tredici Pietro 

Tredici Pietro, figlio del cantautore Gianni Morandi, ha pubblicato un maturo e considerevole album, che gli permette a mani basse di reclamare il suo posto al tavolo dei grandi. La strada per la sua conclamazione è sicuramente ancora lunga e tortuosa, ma ha sicuramente imboccato la via giusta. Ancora una volta viene premiata la continuità del lavoro tra producer e artista: Andry The Hitmaker, così come Mr. Monkey, sono dei punti saldi nella sua carriera artistica. 

E Te Veng’ a piglià – Liberato

Se il nome “Liberato”, e l’ormai celato mistero dietro la sua identità, non vi dice niente, probabilmente negli ultimi anni avete vissuto sotto una roccia: celebre per pubblicare improvvisamente i suoi pezzi durante la giornata del 9 maggio, Liberato è diventato una sorta di “mito”. Le sue canzoni, cantate in napoletano, hanno fatto il giro del mondo, e ogni suo videoclip produce milioni di visualizzazioni, anche grazie ad una particolarmente curata regia. Dopo un anno di stop, per via dell’uscita del film “Ultras” (a cui ha preso parte nella colonna sonora) di Lettieri, suo storico regista, il cantante partenopeo dall’identità misteriosa è tornato. Speriamo, questa volta, di non dover aspettare fino al prossimo 9 maggio per altre sue canzoni. 

Francesco Maddaluno   

By Editore

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *