Sab. Mag 25th, 2024

Olimpiadi di Tokyo 2020: tra le nuove discipline anche il surf e lo skateboard

di Editore Lug29,2021

Olimpiadi di Tokyo 2020: tra le nuove discipline anche il surf e lo skateboard

Con  grande ritardo a causa della pandemia mondiale di COVID-19, il 23 luglio 2021 sono finalmente iniziate le Olimpiadi di Tokyo 2020. Grande novità 5 nuovi sport, approvati il 3 agosto 2016 dal CIO (Comitato Olimpico Internazionale) durante la 129° sessione di Rio de Janeiro, in Brasile. Ecco le nuove discipline ammesse alle Olimpiadi di Tokyo 2020 dal comitato olimpico: Softball, baseball, karate, arrampicata sportiva, skateboard e surf. Per quanto riguarda lo skateboard sono due le specialità previste: street e park. Nello street gli skater devono superare diversi ostacoli come muretti, gradinate, pareti e panchine. I partecipanti vengono giudicati in base alla velocità e all’originalità con la quale effettuano il loro percorso. Per quanto riguarda il Park il discorso cambia totalmente in quanto gli sfidanti affrontano curve e salite fondamentali prima di compiere il salto. Le gare di street si sono già tenute il 25 e 26 luglio ed hanno portato al Giappone ben due medaglie, mentre quelle di park si terranno il 4 e 5 agosto. Inoltre la CIO ha previsto tre diversi tricks (evoluzioni) ufficialmente riconosciuti per questo sport e valutabili dalla giuria. Si tratta di Ollies, Flips e Giri. Gli Ollies sono salti eseguiti mantenendo i piedi sulla tavola. I Flips, invece, sono acrobazie che vengono eseguite in volo. Ci sono infine i Giri: rotazioni che l’atleta esegue tenendo le ruote posteriori a terra e quelle anteriori sollevate. Queste due diverse categorie si terranno presso l’impianto Ariake Urban Sports Park che ha una capienza di 7000 spettatori. Un altro nuovo sport che ha avuto la sua prima apparizione in queste Olimpiadi di Tokyo è il Surf le cui gare sono state disputate sulle acque di Shidashita da 20 donne e 20 uomini per la categoria shortboard e al al quale ha partecipato anche il nostro connazionale Leonardo Fioravanti, il quale dopo aver avuto il via libera in sostituzione del surfista sudafricano Jordy Smith, è riuscito ad arrrivare solamente al terzo turno, mentre il surf ha visto vincitore il brasiliano I. Ferreira.  

Giuseppe De Martino

By Editore

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *