Lun. Giu 17th, 2024

BELGIO – ITALIA: LA SFIDA CHE VALE LA SEMIFINALE

di Editore Lug1,2021

Gli azzurri di Mancini dovranno affrontare venerdì 2 luglio il temibile Belgio, all’Allianz Arena di Monaco di Baviera, in un’impresa disperata e a tratti poetica, per la fase dei quarti di finale ad eliminazione diretta. Secondo i bookmakers la squadra allenata da Roberto Martinez è tra le favorite assolute per l’incoronazione di regina d’Europa. Il Belgio viene da un’importante vittoria contro il Portogallo per 1-0, con l’incredibile rete di Thorgan Hazard, fratello del celebre attaccante del Real Madrid, e da un girone molto positivo (3v/3g). L’Italia prosegue a vele spiegate verso i suoi obiettivi, punendo qualsiasi rosa vi si trovi dinanzi. Nel girone non ha subito gol, e ha collezionato nove punti su nove. Agli Ottavi gli azzurri hanno sfidato l’Austria, trascinando la partita fino ai tempi supplementari, dove i gol di Chiesa e Pessina hanno fatto esplodere Wembley, portando l’Italia a chiudere la pratica con un 2-1. Il gol di Kalajdzic ha infatti interrotto una striscia record di porte inviolate, che proseguiva da 1.169 minuti e che rende di facto Donnarumma un portiere da record, superando il primato di Dino Zoff (stag. 1972-1974). 

Punti di forza degli Azzurri

Roberto Mancini ha creato intorno a sé un gruppo affiatato e competitivo, che ha trovato l’alchimia necessaria per intimorire gli avversari. Il dato sopra riportato circa l’imbattibilità della porta protetta da Donnarumma è, infatti, figlio di una ottima copertura nella fase difensiva. Spinnazzola e Di Lorenzo sono ormai due dei terzini più veloci e letali d’Europa, mentre Bonucci e Acerbi (inserito dopo l’infortunio di Chiellini, che potrebbe tornare in vista dei quarti) forniscono una copertura eccellente anche in fase di non possesso. Il centrocampo degli azzurri è altresì stellare: Barella punta a diventare uno dei centrali più forti in circolazione, Verratti ha esperienza e classe da vendere e Jorghino, che viene dal trionfo in Champions League con il suo Chelsea, è tra i migliori registi d’Europa, mentre Locatelli ha dimostrato di subentrare alla perfezione anche nelle situazioni più ostiche. In attacco l’Italia può contare sulle prodezze di Lorenzo Insigne, che quando entra bene in partita lascia ai dubbi il tempo che trovano. Ciro Immobile è tra gli scorer più prolifici di questa nazionale, ma alcune volte rischia di non inserirsi correttamente in partita (come contro l’Austria); in questo caso, mister Mancini ha a disposizione uno straordinario Belotti (che probabilmente entrerà dal 1’ contro il Belgio). Sulla fascia destra Berardi e Chiesa si contendono il posto da titolare (Il secondo, però, è ideale per spezzare i match, come abbiamo potuto ben osservare agli ottavi). Inoltre, Mancini ha dimostrato di avere pieno possesso di tutta la rosa: nella fase a giorni, infatti, hanno giocato tutti i giocatori a disposizione della nazionale, tranne Alex Meret. 

Punti di forza del Belgio 

Roberto Martinez ha a sua disposizione una delle rose più forti d’Europa. A proteggere i pali c’è l’estremo difensore del Real Madrid, Thibaut Courtois, riconosciuto come uno dei più forti al mondo nel suo ruolo. Nella difesa a tre schierata contro il Portogallo emergono in particolar modo i nomi di Alderweireld, Vertonghen e Vermaelen. Per intenderci, la squadra di Cristiano Ronaldo ha effettuato 23 tiri, contro i 6 del Belgio, e solo 4 di questi sono finiti nello specchio della porta. T. Hazard ha già dimostrato di essere un validissimo punto di riferimento per la sua rosa, superando anche il fratello Eden, che al Real ha disilluso le aspettative. A centrocampo Witsel e Tielemans la fanno da padroni, fornendo importanti palle gol a De Bruyne e Lukaku. Il primo è uno dei giocatori più forti in assoluto, e finalista dell’ultima edizione di Champions League; il secondo è reduce dalla vittoria della Serie A Tim con l’Inter di Conte, dimostrando la sua forza bruta e la sua finalizzazione fuori dal comune. In seguito al match contro il Portogallo, Eden Hazard e De Bruyne hanno riscontrato dolori muscolari per via di un infortunio, ma non è da escludere che saranno nuovamente a disposizione di Martinez venerdì sera. 

Francesco Maddaluno

By Editore

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *