Ven. Apr 19th, 2024

SCANDALO BIELORUSSIA: “I MANESKIN SONO PERVERTITI , SPAZZATURA CHE SA DI AIDS. PREFERIAMO LA DITTATURA”

Dopo la vittoria all’Eurovision Song Contest 2021, i Maneskin, la giovane rock band romana, è stata pesantemente attaccata dalla tv di stato della Bielorussia, che li ha definiti, sotto la voce di Grigory Azarenko, giornalista simbolo della dittatura del presidente Lukashenko, come “pervertiti, omosessuali, degenerati, spazzatura che sa di AIDS nonché distruzione di tutto ciò che è umano”. 

“Guardate chi ha vinto l’Eurovision. Il mondo moderno della democrazia e del progresso sta avanzando con successo verso la demenza totale, verso le perversioni fuori di testa, verso gli individui in tanga. Grazie a Dio non l’hanno trasmesso in Bielorussia. Dobbiamo separarci da tale progresso, dalla cortina di ferro, preferiamo la dittatura. Tutto il mondo sprofonderà nell’abisso ma la Bielorussia rimarrà un’isola della libertà”. 

In realtà, la Bielorussia ha tentato di partecipare all’Eurovision, ma è stata squalificata in quanto la band presentata aveva mandato una canzone in cui venivano esplicitamente minacciati i manifestanti, dicendo loro che “gli avrebbero insegnato a rispettare le regole”. L’Eurovision ha chiesto di mandare un’altra canzone per essere accettati, ma anche in questo caso, seppur più velatamente, veniva lasciato passare il messaggio che “i media occidentali sottopongono i manifestanti ad un lavaggio del cervello”. La situazione sociopolitica in Bielorussia è sicuramente instabile: i manifestanti, infatti, protestano pesantemente da mesi contro il regime, che si mantiene al comando dal ’94. Recentemente è stato infatti dirottato un’aereo di linea Rayanair Atene-Vilnius su Minsk per arrestare il giornalista Roman Patrosevich per la sua opposizione al regime. I capi di Stato delle nazioni europee hanno deciso di chiudere il loro spazio aereo alla Bielorussia durante il vertice dei Ventisette a Bruxelles, minacciando importanti sanzioni. 

Francesco Maddaluno 

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *