Ven. Apr 19th, 2024

MORGAN INSULTA IL PUBBLICO: COSA È SUCCESSO DURANTE LO SPETTACOLO OMAGGIO A FRANCO BATTIATO?


Durante la serata del 26 agosto a Selinunte in provincia di Trapani Lo spettacolo di
Marco Castoldi, in arte Morgan si è trasformato in un fuori programma fatto di
rabbia e insulti verso alcune persone del pubblico. Il Festival della Bellezza, che si
tiene nella nota località siciliana, aveva in programma una serata dedicata a Franco
Battiato, di cui il cantante e cantautore milanese è stato grande amico. Ma, dopo
alcuni brani cantati al pianoforte, Morgan è sbottato contro una persona del
pubblico che gli aveva detto di essere “fuori tema”. È bastato veramente poco per
scatenare l’ira dell’artista: “Vai a casa tua, non te lo meriti lo spettacolo”. E ancora:
“Siete degli stupidi, sei venuto a rompere i cogl… che ti ho dato una cosa. La società
è una merda fatta da gente come voi, Basta io ho dei sentimenti coglioni non sono
un personaggio, andate a vedere Marracash, Fedez… […]”. Fedez per ora è rimasto in silenzio, Marracash – che in questi giorni sta preparando i due show del Festival “Marrageddon” che si terrà il 23 settembre a
Milano e il 30 settembre a Napoli – si è fatto sentire con una story su Instagram con
poche parole secche e dirette. “Morgan, bella per te che ancora riesci a farti pagare
da una tv, o dai promoter che ci cascano – ha scritto il rapper-. Ma mentre gratti gli
ultimi soldi non mi nominare mai più”. Nelle scorse ore, dopo le polemiche che sono

divampate per le parole omofobe e violente del cantautore, Morgan ha chiesto
scusa: “Tutti possiamo sbagliare e io ho sbagliato a usare una infelice espressione
che a me per primo non piace, non vado fiero di averla usata e, se potete, accettate
le mie scuse. Non sono omofobo e condanno chi non ha rispetto per gli altri, al di là
delle categorie a cui ci sentiamo di appartenere, è all’essere umano che si deve
rispetto e, quindi, la mia reazione di ieri sera è stata ingiustificabile, una pessima
caduta di cui mi scuso sinceramente”. E infine: “È stata provocata dall’essermi
sentito ferito nell’anima perché avevo appena dato tutto me stesso in una canzone
improvvisata in quel luogo meraviglioso e commovente. L’avermi chiesto una cover
di Battiato come fossi un jukebox, dopo una delle più ispirate performance della mia
vita, mi ha letteralmente ucciso”. Al pubblico di X Factor non sono bastate le scuse, il
profilo social del talent è stato inondato di commenti che ne chiedono l’esclusione
dalla 17esima edizione dello show che torna dal 14 settembre su Sky. In soccorso
del cantautore milanese “scende in campo” Vittorio Sgarbi, grande amico di Morgan
da tempo, ha parlato della vicenda a Adnkronos: “Ho parlato a lungo con Morgan,
gli ho detto di scusarsi spiegandogli che quando una persona si confronta con il
pubblico deve imparare a controllarsi perché si deve ricordare che chi offende resta
anonimo per cui Morgan dovrà pure farsi carico delle offese ricevute. Ma dire fro..
non è un’offesa”. “Essere gay oggi è una condizione normale – prosegue Sgarbi – lui
ha indicato una condizione ormai legittimata, non insultante. Morgan ha
legittimamente espresso una sua condizione di dolore, quello di essere frainteso e di
non essere compreso. La reazione certo – ammette – è stata esagerata da parte sua
perché anche se hai ragione ti devi inca… per pochi secondi, non per mezz’ora.
Bastava dire: ‘Lo spettacolo è mio e parlo di quello che voglio”. In queste ore si parla
della possibilità che Morgan, dopo le frasi omofobe, possa rischiare di perdere il suo
posto a X Factor e, in generale, in televisione. Così conclude Sgarbi: “L’artista
maledetto è un artista grande. Lui è un maledetto vero e autentico, non è finto, non
recita. Il vero maledetto non danneggia gli altri ma solo sé stesso. Quindi perché
punirlo? Così come si legittima qualsiasi trasgressione dovrebbe essere legittimata
anche la sua ma se si volesse punire solo lui in realtà si creerebbe un paradosso
perché confermerebbe che l’ultimo vero trasgressivo è Morgan”.

Giuseppe De Martino

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *